La gravidanza

Per alcune donne la gravidanza è un periodo di serenità e scoperta: hanno la sensazione quasi di volare e si sentono in forma, piene di vita e appagate dal punto di vista emotivo. Altre la vivono come una fase di stanchezza, rnalessere fisico e instabilità emotiva. L'esperienza di molte, tuttavia, si colloca spesso a metà tra queste due posizioni.
Spesso il forte stress o le preoccupazioni possano aggravare i problemi durante la gravidanza, il travaglio e I'allattamento, e possano essere una delle cause delle nausee mattutine e della depressione post partum.  Sicuramente sono in grado di amplificare e aggravare la situazione, quindi è bene combattere questi stati d'animo cercando di rimanere calme per favorire il benessere sia vostro e sia del vostro bambino. Esistono validi motivi per arrivare alla maternità rilassate e riposate. Per incominciare, la madre che ha cura di se stessa sarà più capace di badare al proprio bambino. Anche se il travaglio è un processo estenuante, costituisce solo l'inizio. I mesi che seguono la nascita di un bambino richiedono una dedizione quasi completa da parte della madre, e spesso significano sonni interrotti e lavoro senza pause. Essere in forma, calme e riposate vi aiuterà a sostenere i ritmi di questa maratona.
La gravidanza può essere un periodo di consolidamento e preparazione, un periodo in cui concentrarsi sul rilassamento, l'esercizio e la dieta, e anche un periodo in cui stabilire una routine da seguire per raggiungere la calma che vi servirà non solo oggi, ma soprattutto nei mesi e negli anni successivi alla nascita del bambino.

ll primo passo da fare è accettare che non si possono eliminare in modo diretto i pensieri negativi. Non potete costringervi in maniera consapevole a "non pensare", l'unico sistema per cambiare in modo consapevole un pensiero è sostituirlo con un altro, più positivo e reale.